Franciacorta in settembre: where to stay & where to eat!

Se ieri parlavo del fatto che la Franciacorta risulta particolarmente bella in settembre per una serie di ragioni (se ve le siete perse, potete leggere l’articolo QUI), oggi mi sento di darvi due consigli al volo, nel caso in cui voleste lasciarvi tentare e prendere la macchina per raggiungere questo splendido territorio, magari cogliendo proprio l’occasione per fare un tour delle cantine!

Tenendo conto del fatto che avrete la fortuna di trovarvi a pochissimi minuti dal lago d’Iseo, ci sono alcune chicche che posso suggerirvi.

Innanzitutto, se state cercando un hotel accogliente e con tutti i comfort che possa ospitarvi, sicuramente l’Hotel Ulivi a Paratico (BS) è un’ottima soluzione.
Quasi non si nota dalla strada, discorso valido anche per il ristorante di cui vi parlerò a breve, ma una volta varcata la soglia d’ingresso, ci si ritroverà in un mondo parallelo!
Qui la natura è ovunque, è un elemento fondamentale e la si trova anche sulle terrazze delle camere dedicate agli ospiti. La piscina è molto ampia e immersa in uno splendido giardino di ulivi. La vista? Mozzafiato! Si vede il lago al di là delle siepi e il buongiorno dell’alba la mattina vale la pena di puntare la sveglia un po’ prima.

franciacorta settembre ULIVI1 uberti

franciacorta settembre ULIVI2 uberti

 

Da lì sarà facile raggiungere sia la sponda bergamasca, di fronte a voi, sia quella bresciana, dove nell’entroterra si trovano le cantine vinicole come Berlucchi, Bellavista e tante altre pronte ad aprire i loro cancelli per accogliere visitatori curiosi di degustare.
In qualsiasi direzione scegliate di andare, però, tenete gli occhi ben aperti!
Ci sono moltissime cose pronte a sorprendervi, persino una piccola cappellina abbandonata che si annida sulle rocce della scogliera nei pressi di Riva di Solto…

franciacorta settembre TOUR uberti

E’ molto suggestiva e di lì a pochi metri la strada che costeggia il lago comincia a regalare splendide visuali grazie agli orridi e al panorama che si apre sulla riva opposta!
Se proseguite in direzione Lovere, poi, potrete fare tappa in questo piccolo paese che non a caso viene descritto come uno dei Borghi più Belli d’Italia. A me riempie sempre di grande ispirazione passeggiare per le sue viette dal sapore storico.

Per quanto riguarda invece il palato, un posto dove poterlo coccolare e stupire è senza dubbio il ristorante stellato da Nadia! Si chiama proprio così ed è una piccola oasi di pace e di gusto ad Erbusco (si ritorna quindi nel territorio bresciano). Raccolto, elegante e con un attento occhio di riguardo alla qualità delle materie prime: da Nadia si mangia pesce e si fanno due chiacchiere proprio con lei, che ha carattere e racconti da vendere! Se l’appetito vien mangiando, infatti, la voglia di provare tutto ciò che trovate sul menù viene ascoltandola parlare: da dove ha preso spunto per le sue proposte? Che cosa suggerisce di ordinare? Una cena da lei è una vera e propria esperienza che lascerà il segno. Pare sia leggendaria la sua zuppa di pesce, in onore della quale mi sono promessa di ritornare assolutamente per assaggiarla!


A rivedere queste foto mi è venuta una fame incredibile!
Spero di aver provocato lo stesso effetto in voi… e spero che presto seguirete i miei consigli e proverete entrambe le realtà che vi ho proposto oggi.
Buona serata!

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia a cura di Micol Uberti, Bruno Uberti

Lo yacht più piccolo del mondo

(english version below)

Sarnico, 27 giugno 2016 – I cantieri navali Riva aprono le porte del loro regno (e non sto usando un termine casuale) a giornalisti ed esperti del settore motoristico per un evento straordinario, di gran classe esattamente come la location: l’anteprima internazionale della nuova arrivata in casa Fiat, la meravigliosa 500 ispirata all’ultimo motoscafo della flotta sarnicense, presentato appena 4 giorni fa, un capolavoro di una decina metri chiamato Aquariva Super.

pc fiat riva - uberti 1

Durante la conferenza stampa, presente in prima fila anche Marchionne, Amministratore Delegato di FCA (Fiat Chrysler Automobiles ndr), le personalità creative del gruppo hanno raccontato la nascita e lo sviluppo di questo progetto a quattro mani tra le due storiche ed iconiche realtà industriali. Due potenze che si uniscono tra loro per dar vita ad un prodotto culturale che trascende il tempo e riassume in semplici linee e interni preziosi ma minimali tutta la bellezza di due miti assoluti come il cinquino di casa Fiat e gli yacht Riva (durante questo incontro con il lusso, io ho avuto il piacere di poter solcare le acque del mio lago su un Iseo – un mito –, ad esempio). Ed è stato proprio Carlo, ingegnere e discendente diretto del fondatore del cantiere navale, a definire per la prima volta “il motoscafo come una cabriolet su acqua”. Mai frase fu più profetica: dopo decenni, vediamo il suo sogno realizzato anche sulla terraferma.

pc fiat riva - uberti 2
pc fiat riva - uberti 3
pc fiat riva - uberti 4

pc fiat riva - uberti 5
Carlo Riva

pc fiat riva - uberti 6pc fiat riva - uberti 7
pc fiat riva - uberti 8
pc fiat riva - uberti 9
20160627_143516-01
pc fiat riva - uberti 10
20160627_143922-01
pc fiat riva - uberti 11
pc fiat riva - uberti 12
pc fiat riva - uberti 13
pc fiat riva - uberti 14
pc fiat riva - uberti 15
pc fiat riva - uberti 16

Sarnico, 27th June 2016Riva boatyard on Iseo lake guested journalists from anywhere in Europe to discover the new Fiat 500 Riva. An icon, a piece of italian history, a model of style. Both the brands tell us a long and incredible story of mastery in building tangible dreams: the little girl from Fiat family get dressed by Riva in a wonderful blue clothing, inspired by Aquariva, that has been shown off 4 days ago. Watch out folks, “the smallest yacht in the world” is coming to town.

pc fiat riva - uberti 17

ATTENZIONE! Stasera, h. 18.00, scopriremo insieme gli interni e l’equipaggiamento della nuova 500 Riva. Ci vediamo qui sul blog!
ATTENTION, please! Tonight at 18 o’clock we’ll see together the interior design of this amazing car. Don’t miss it! We’ll meet here on the blog.


Special thanks to Cerdelli (website) for my amazing dress
by Elisabetta Franchi.

Fotografie a cura di Micol Uberti, Franca Bergamaschi

lineasemplice

Un brindisi a Christo

Sulzano, 18 maggio 2016 – Si legge con l’accento sulla O ed è il nome di uno degli esponenti più importanti di quella strana disciplina artistica che si chiama land art (in cui l’artista, come dice la parola stessa, interviene direttamente sull’ambiente naturale per realizzare le sue opere): Christo è il progettista dei famosi floating piers che verranno presto inaugurati ufficialmente sul Lago d’Iseo, mia terra d’adozione da qualche anno. Potevo forse, con questi presupposti, non essere presente all’evento che si è tenuto nello splendido Hotel Araba Fenice, in collaborazione con Arcipelago Muratori, a Sulzano? Naturalmente no.

floating millè 1
floating millè 2

La location offre uno scorcio spettacolare su questa opera d’arte in costruzione: l’affaccio della terrazza si trova proprio di fronte all’isola che viene raggiunta da questi pontili galleggianti.

floating millè 4

Brindando con fiumi del loro Millè e degustando un golosissimo risotto cucinato con questo delizioso franciacorta, l’atmosfera si è fatta immediatamente festosa e i sorrisi erano addirittura più delle bottiglie stappate (e fidatevi, erano davvero un gran numero!).

floating millè 3
floating millè 5

Orgogliosissima di essere invitata a questo party esclusivo, ho pensato che il minimo che potessi fare per omaggiare questa cantina con cui collaboro ormai da tempo fosse scegliere un outfit del colore del loro Millè: il suo packaging azzurro turchese chiaro mi ha sempre attirata moltissimo e trovo che sia una scelta molto particolare per parlare del suo contenuto. Così ho scelto un minidress della stessa tonalità con una trama che mi ha ricordato immediatamente il movimento del vino nel calice.

floating millè 6
floating millè 7
floating millè 8

Permettetemi però di concludere questo racconto con una piccola nota a margine più “intima”. Perché alla fine, ciò che fa sempre la differenza in qualsiasi circostanza, sono le persone. Devo per forza ringraziare Michela per tutta la fiducia che ripone in me e nel mio lavoro e per l’amicizia che mi regala ogni volta, perché questo supera di gran lunga qualunque altra soddisfazione!
…e poi, il suo papà (che vedete in fotografia, ritratto durante il suo discorso introduttivo alla serata) ed il mio si chiamano entrambi Bruno! Perciò possiamo considerarci quasi sorelle. 

floating millè 9

Sabato 4 giugno saremo pronte per un nuovo aperitivo a Gussago, tutte le info le trovate QUI.

firma2

Fotografie a cura di Francesco Piceni

sepfinale