Swarovski e i suoi Mondi di Cristallo in Tirolo

E’ stato un viaggio tortuoso quello che mi ha portato in Tirolo, precisamente ad Hall-Wattens, ma ne è valsa assolutamente la pena.
Dopo un ritardo di più di 40 minuti sulla partenza da Milano Centrale che ci ha fatto perdere la coincidenza del treno austriaco da Verona dove abbiamo dovuto ingannare il tempo per 2 ore in attesa della partenza di quello successivo, siamo giunte finalmente nella bellissima Innsbruck, per poi farci accompagnare in taxi nella piccola Hall.
Parlo al plurale perché non sono andata là da sola, ma in compagnia di altre blogger e questo è stato sicuramente uno dei punti di forza di questo tour, che ricorderò sempre con grande allegria e divertimento.

Forse vi sembrerà strano (ok, sembra strano anche a me!) ma questa volta, udite udite, il cibo lo lasceremo per ultimo. Sì perché non vorrei che la fame che vi farà venire il pensare alle cotolette possa distrarvi dallo splendore dei Mondi di Cristallo che abbiamo visitato all’interno del parco Swarovski di Wattens, in occasione dell’inizio del Festival delle Luci.
Incredibili installazioni tempestate di cristalli si susseguono lungo il percorso che accompagna i visitatori in una dimensione parallela fatta di riflessi, magia e… perché no, infanzia ritrovata!
Non vi nascondo che io per prima mi sono divertita un mondo e tra tutte, l’opera-installazione su cui tornerei immediatamente è senza dubbio la giostra dei cavalli disegnata dallo spagnolo Jaime Hayon.
Tanti piccoli animaletti fantasiosi, un design meraviglioso e ovviamente una pioggia di Swarovski sul soffitto del carosello, che rendono incredibilmente chic il giro sulla giostra.

Micol Uberti sulla giostra dei cavalli di Jaime Hayon nei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens

Tra le opere presenti nell’area esterna dei KristallWelten, quella che spicca per bellezza e dimensioni è però senza dubbio la Nuvola di Cristallo, progettata da Andy Cao e Xavier Perrot: sembra impossibile pensare che quegli 800.000 cristalli siano stati inseriti a mano!
E’ una bellissima installazione che ci costringe a fare una cosa stupenda che spesso ci dimentichiamo di fare: alzare lo sguardo, proiettarlo verso il cielo e lasciarci stupire. Dà sicuramente il meglio di sé la sera, quando le luci colorate sottostanti lo fanno dipingere di riflessi. Il parco è aperto fino alle 21 e vale la pena calcolare di visitare quest’opera quando il sole è già calato!

La Nuvola di Cristallo dei designer Andy Cao e Xavier Perrot nei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens

Subito di fianco, non si può non notare la grande testa del Gigante.

(pic via web)

Antico custode delle Camere delle Meraviglie (retrostanti ad essa, per l’appunto), in cui risiedono le ricchezze più preziose che trovò nel mondo durante il suo errare infinito alla ricerca di ciò che dona bellezza all’universo.
Questa è la spiegazione che ci dà l’artista che lo ha creato, André Heller.

Le camere delle meraviglie del Gigante

Credo che il Gigante abbia fatto un ottimo lavoro nello scegliere le meraviglie da esporre nelle sue stanze: io sono rimasta a bocca aperta di fronte alla maggior parte di queste! Alla fine del percorso nelle stanze, è possibile anche ripercorrere la storia delle creazioni più importanti di Swarovski, grazie al museo FAMOS, ad esse dedicato.
La prima camera dentro cui si entra somiglia a una grotta e contiene al suo interno svariate opere di artisti diversi, tra cui anche il meraviglioso “orologio sciolto” di Salvador Dalì, intitolato La persistenza della memoria.

opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
una delle opere presenti nella prima stanza, la Blue Room
gemma di cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
un’incredibile gemma gigante pende dal soffitto della Blue Room
l'opera di Salvador Dalì "La persistenza del Tempo"in cristallo, esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens

Le sale successive, sono un tripudio di luci, soggetti differenti, atmosfere surreali e suggestive che accompagnano il visitatore nelle visioni degli artisti più disparati che hanno collaborato al progetto dei KristallWelten.

Silent Light, opera di Alexander McQueen e Tord Boontje, nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“Silent Light” di Tord Boontje e Alexander McQueen
un albero innevato in una foresta meravigliosa, opera esposta dapprima all’ingresso del Victoria and Albert Museum di Londra
opera "Into the Lattice Sun" di Lee Bul, esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“Into lattice Sun” di Lee Bul
Micol Uberti all'interno del Duomo di cristallo nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
Duomo di Cristallo
opera ispirata alla cupola geodetica di Sir Richard Buckminster Fuller
dettaglio di "Into the Lattice Sun", 
opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
un dettaglio di una delle opere facenti parte della stanza “Into lattice Sun”
"Chandelier of Grief" di Yayoi Kusama, opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“Chandelier of Grief” di Yayoi Kusama
Dettaglio di "Chandelier of Grief", opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
un dettaglio del lampadario di cristallo, attorno a cui l’artista ha posizionato svariati specchi posizionati in diverse direzioni così da creare un mondo di riflessi infiniti
"Opacità trasparente", opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“Opacità trasparente” di Arik Levy
l’ossimoro del nome dell’opera rivela già quale sarà il soggetto delle installazioni…
Un altro dettaglio di "Opacità trasparente", opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
…le molteplici e affascinanti sfaccettature del cristallo
"REady to love" di Manish Arora, opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“Ready to Love” di Manish Arora
nulla da aggiungere, un’opera che parla da sola: l’amore è amore e questa stanza vi farà venire voglia di condividerlo con chiunque!
"55 milioni di cristalli" di Brian Eno, opera in cristallo esposta nelle Camere delle Meraviglie del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
“55 Milioni di Cristalli” di Brian Eno
un ipnotico puzzle di cristalli i cui colori sono in costante evoluzione
impossibile non rimanere incantati
un corsetto da sposa in cristallo esposto nen museo FAMOS all'interno del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
un corpetto da sposa esposto nel museo FAMOS alla fine del percorso nelle
Stanze delle Meraviglie
un cristallo fumé esposto nen museo FAMOS all'interno del Gigante dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
un cristallo fumé esposto nelle teche del museo


Che cos’altro si può fare all’interno del Gigante?
Shopping sfrenato, naturalmente, perché poco prima dell’uscita si trova uno store immenso pieno di tentazioni… a cui io non ho saputo resistere: infatti abbiamo acquistato un paio di orecchini che però (a detta di mia mamma, autrice del regalo) non potrò indossare fino al 22 dicembre, data in cui spegnerò le mie prime 30 candeline. E’ una tortura sapere che li ho ma non posso ancora sfoggiarli, tuttavia so che vale la pena aspettare!

Un’altra esperienza molto bella da poter vivere è stato senza dubbio il brindisi con prosecco ed essenza di rose che abbiamo fatto nella Vip Lounge della boutique Swarovski. Una piccola coccola prima di salutare questi splendidi Mondi di Cristallo.

l'ingresso della Vip Lounge all'interno dello store Swarovski nel parco dei Mondi di Cristallo a Wattens
un dettaglio dei flute della vip lounge Swarovski: gli steli contengono preziosi e scintillanti cristalli
che eleganza questi flute con i cristalli nello stelo… non trovate?
un brindisi nella Vip Lounge all'interno dello store Swarovski nel parco dei Mondi di Cristallo a Wattens


Certamente la cornice delle montagne innevate che si stagliano contro il cielo di Wattens, è altrettanto degna di nota…
E’ bellissimo osservarle in prospettiva mentre si fa una foto all’albero di Natale del parco o alla slitta di Babbo Natale.

l'albero di Natale tempestato di Swarosvki all'ingresso del parco dei Mondi di Cristallo e le montagne austriache alle sue spalle
la Slitta di Babbo Natale tempestata di Swarovski all'interno del parco dei Mondi di Cristallo e le montagne austriache alle sue spalle
la Slitta di Babbo Natale tempestata di Swarovski all'interno del parco dei Mondi di Cristallo nell'affascinante buio della sera
PS: la slitta è ancora più bella la sera, quando si illumina e fa galoppare la fantasia dei più piccoli…

Due passi nel Tirolo

Se vi trovate in questa bellissima zona appena fuori dall’Italia, dovete però prendervi il tempo anche per visitare la città medievale di Hall e per assaporare il gusto dei piatti locali, altrimenti vi perdereste qualcosa di cui pentirsi.
La piccola Hall è uno scrigno di scorci stupendi da vedere e non solo: sono tante le realtà locali che si occupano di food e che eccellono per la qualità di ciò che propongono. Ecco alcune foto dalle esperienze che abbiamo vissuto in questi giorni in Austria!

degustazione di schnapps di acquavite di Der Bogner
la degustazione di acquavite dal produttore locale, Der Bogner
un cucciolo di manzo irlandese dà il benvenuto nell'azienda di liquori Der Bogner
…dopo la tenera accoglienza dei suoi cuccioli di manzo irlandese!
veduta di una delle chiese di Hall all'alba, con le montagne austriache alle sue spalle
la meraviglia dell’alba che si alza sui paesini, che sembrano il quadro perfetto di un presepe
biscotti allo zenzero di Natale, fatti a mano ed in vendita in un ristorante di Hall-Wattens
biscotti allo zenzero fatti in casa, che delizia!
la sala del ristorante Daniel's all'interno del parco dei Mondi di Cristallo Swarovski a Wattens
l’elegantissimo e scintillante ristorante Daniel’s all’interno del parco Swarovski
il calice di benvenuto al ristorante Daniel's del parco dei Mondi di Cristallo Swarovski, contenente un cubetto di ghiaccio luminoso
è qui il luogo giusto per brindare con il calice di benvenuto più brillante che abbiate mai visto!
una veduta dei paesini di Hall-Wattens e le montagne innevate retrostanti
l’atmosfera dei paesini di montagna nella zona di Hall-Wattens
canederli di cervo serviti con insalata e uova di quaglia
gli immancabili, squisiti canederli, preparati nelle maniere più svariate
la classica wiener schnietzel, regina indiscussa delle tavole austriache
e il re delle tavole austriache: il wiener schnitzel!

Se avete voglia di scoprire di più, potete visitare il mio profilo Instagram e guardare i contenuti in evidenza che ho creato per raccontarvi questo viaggio: sarà proprio come essere là con me!


Testo e fotografia
a cura di
Micol Uberti
.

Inspo look – La Fashion Week è alle porte

I found myself in Wonderland
get back on my feet again
Is this real?
Is this pretend?
I’ll take a stand until the end

Mi ricordo come fosse ieri la prima volta in cui ho ascoltato questa canzone di Avril Lavigne.
Era il momento in cui si chiudeva il capolavoro burtoniano Alice in Wonderland, del 2010.
Avevo 20 anni, era l’epoca dell’università e mi trovavo nel cinema proprio della Bicocca a guardare questo film con i miei amici. Quanto sono affezionata a quel periodo!

Appena scivolo dentro a questo bizzarro abito firmato Sofia Alemani, questa canzone ricomincia a battermi in testa. Mi sento un po’ Alice, che si ritrova in una dimensione surreale per aver seguito un Bianconiglio fin dentro una tana dove tutto il mondo poi si capovolge!
Iuta, ricami, colori, fiori… la fantasia che trasuda da ogni suo dettaglio, dal corpetto in paillettes alla gonna tartan, mi ha colpita dal primo momento in cui l’ho visto in showroom.
E voi? Voi volete seguirmi e perdervi chissà dove, con me?

Se la risposta è sì, sarò felice di avervi  con me durante la folle Fashion Week che inizia domani, seguitemi su Instagram per scoprire di più!

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 5

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 6

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 3

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 2

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 7

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 4

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 8

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 10

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 9

look 1 - MFW feb 2019 UBERTI 1

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia by Shot-INK

Negozi Pellizzari: lo charme dei colori d’autunno

Autunno, autunno, quanto mi piaci…
I tuoi colori, i tuoi tessuti, quel concetto di coccola e di avvolgente calore che porti con te… anche nelle vetrine! Quando arriva settembre comincio a rinascere, so che di lì a poco arriverà la mia stagione preferita, che amo anche per i capi che ci spinge ad indossare. Ne ho trovati moltissimi, uno più bello dell’altro, da Negozi Pellizzari, dove ho passato un pomeriggio di shopping sfrenato sabato scorso, presso il centro commerciale Il Centro di Arese. Ho creato 3 look che non vedo l’ora di mostrarvi!

Un morbidissimo comfy look

Ne sono una fan sfegatata e non mi sono mai tirara indietro nel dirlo: la comodità è una cosa a cui difficilmente rinuncio e che voglio che sia ben combinata con la piacevolezza estetica. Un maglioncino a dolcevita è tra i capi immancabili nel mio guardaroba durante le stagioni fredde, è sempre stato così e… sempre sarà!
Quindi potrete capire quanto sia stato facile innamorarmi subito di quello che indosso nelle foto: appena l’ho visto piegato su uno scaffale dello store, la voglia di andare ad aprirlo e toccarlo per sentirne la morbidezza ha preso il sopravvento! L’ho abbinato ad un pantalone a tre quarti in soffice lana, giocando poi su contrasti di colore arricchendo il look con un capospalla eccezionale: il giaccone con cappuccio color bronzo è infatti il pezzo forte di questo outfit!

pellizzari UBERTI look1 ottobre C
pellizzari UBERTI look1 ottobre E
pellizzari UBERTI look1 ottobre A
pellizzari UBERTI look1 ottobre D
pellizzari UBERTI look1 ottobre F
pellizzari UBERTI look1 ottobre B

E’ sicuramente un tipo di abbigliamento trasversale, adatto a chi vuole fare due passi in centro con le amiche la domenica pomeriggio oppure a chi vuole stare comodo in ufficio… lo trovo carinissimo!

Semplicemente chic per un evento a Milano

La mia vita e il mio lavoro, lo sapete bene poi che mi seguite sempre sul mio profilo Instagram, è costellato di tanti appuntamenti, molti dei quali hanno luogo la sera, nella mia splendida città. Non sempre, per essere perfetti a un party o a qualche evento mondano, è necessario organizzare un look esagerato ed eccentrico: anzi, io sono convinta più del contrario e cerco sempre di mantenere la sobrietà pur curando molto i dettagli. Come in questo caso, che un abitino floreale spicca da sotto il cappotto elegante total black. Un abitino floreale in autunno? Certo, ora si può fare, a patto però che i colori richiamino quelli della natura in questo periodo dell’anno. Vinaccia, borgogna, rosso scuro, ruggine… ecco la palette che dovrete sfruttare a vostro vantaggio in questi mesi!
Una decollété abbinata ai disegni del minidress… et voilà! Il gioco è fatto!

pellizzari UBERTI look2 ottobre B
pellizzari UBERTI look2 ottobre D
pellizzari UBERTI look2 ottobre A
pellizzari UBERTI look2 ottobre E
pellizzari UBERTI look2 ottobre C

Se non aveste voglia di lasciare le gambe nude a causa delle temperature più rigide che stanno arrivando, optate per una collant nera abbinata a delle scarpe semplici con tacco dello stesso colore. Nel caso in cui vogliate invece osare un po’ di più, scegliete una calza colorata in tono con i dettagli dell’abito da indossare con un sandalo open toe!

Un weekend fuori porta a Courmayeur

Sarà per la semplicità lussuosa del maglioncino abbinato al pantalone, sarà quel tocco vivace e chic del cappotto rosso pomodoro che contrasta e mi ricorda un po’ il colore pieno dello spritz della domenica, ma Questo look l’ho creato pensato a un weekend di relax fuori porta, nella magica Courmayeur. Essere in un contesto raccolto in mezzo alle montagne è una coccola al cuore per me, così mi è venuto spontaneo creare questo look pensando a un weekend di relax fuori porta, nella magica Courmayeur. Gli elementi che lo compongono mi ricordano tanti aspetti di una situazione di questo tipo: il bianco morbido della neve sulle vette, il pantalone ha un blu intenso del cielo pulito di montagna appena dopo il tramonto, il rosso pomodoro intenso del cappotto che richiama lo spritz della domenica, sorseggiato pigramente e con un po’ di nostalgia per quel momento che conclude una parentesi di relax… ah che meraviglia!

pellizzari UBERTI look3 ottobre B
pellizzari UBERTI look3 ottobre E
pellizzari UBERTI look3 ottobre D
pellizzari UBERTI look3 ottobre C
pellizzari UBERTI look3 ottobre A

Quanto sono belli i contrasti di colore? Sono una cosa che amo moltissimo e la moda quest’anno ci dà ampiamente modo di giocarci!

Mi sono divertita tantissimo a creare questi look! E quanti altri potrei farne, con tutti i brand che hanno da Negozi Pellizzari… Chissà a voi quali piacerebbero di più!
Siete mai state lì? Spero di avervi ispirato e di avervi fatto venire voglia di fare un po’ di shopping! Se così fosse… sapete già dove andare!

 

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia a cura di Daniele Villa

Thanks-iloveimg-cropped

PrimaBase : #MoreThanAsneaker

Siamo sempre tutte di corsa eppure la maggior parte delle volte non scegliamo delle scarpe comode pensando invece solo all’aspetto fisico.
Ma da quando è stato deciso che ci dobbiamo accontentare di scendere a compromessi?
A me proprio non va di farlo, perciò vi dico già da ora che non rinuncio né al comfort né al gusto estetico!
Certo, non è sempre facile trovare delle sneakers belle e morbide, che si adattino facilmente alle esigenze del piede e dei look… lo devo ammettere.
Anche io ci ho messo un po’, perché spesso si pensa che la flessibilità della suola e il sostegno del plantare siano prerogativa quasi esclusiva delle calzature sportive.
Eppure non sono certo quelle che indossiamo per la maggior parte del tempo durante le nostre giornate fitte di impegni e piene di spostamenti in città!
Io finalmente ho trovato la soluzione perfetta per queste necessità: PrimaBase è decisamente #MoreThanAsneaker! Con la sua tomaia lavorata con effetto lucido e i fiocchi in raso al posto delle classiche stringhe, si rende incredibilmente adattabile anche agli outfit da lavoro. Un look casual chic infatti è il contesto in cui vi propongo oggi queste scarpe, tutte da scoprire: io le ho mixate con un trench con applicazioni colorate, un capo immancabile anche per questa stagione, a dei pantaloni morbidi da yoga (lo sapevate che la moda del momento è unire pezzi di ispirazione sportiva ad altri molto glamour?) e poi la classica camicia bianca, un vero e proprio passepartout quando si parla di professionalità ed eleganza.
Lo diceva anche Marilyn: “Date a una donna le scarpe giuste e conquisterà il mondo!”.
Eccomi! Sono pronta per farlo! E voi?

DSC_1869
DSC_1885
DSC_1878
DSC_1877
DSC_1879
DSC_1889
DSC_1881
DSC_1865

Trench by Gaudì
Borsa by LaFéé Marabouté

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia a cura di Franca Bergamaschi

Thanks-iloveimg-cropped

Urban Jungle

Milano è diventata improvvisamente rovente, esplode di afa e di colori;
il caldo che si avverte camminando tra le alte mura dei palazzi è così forte che sembra quasi di poterlo agguantare.
Quando una granita non basta, è necessario fuggire da questa giungla urbana (il clima è proprio quello): serve trovare un posto verde, un angolo dove l’ombra ti dà tregua ed è possibile tornare a guardare attraverso delle palpebre che non si chiudono a fessura, tirando un sospiro di sollievo.

DSC_0636

Stay fresh

La tentazione è quella di uscire in bikini e raccogliere i capelli con la penna che si trova sul fondo della propria borsa, non indossare un filo di trucco e boccheggiare finché non arrivi il tramonto a salvarci…
Eppure ci sono tante soluzioni per sopravvivere al clima milanese pur facendo delle scelte di gusto: un minidress leggero adatto dalla mattina all’orario dell’aperitivo ed un hairstyle raccolto che si realizza in due minuti ma è d’effetto, ne sono un ottimo esempio.

DSC_0622
DSC_0605

How to save your life

Semplice a dirsi e a farsi, per nostra fortuna!
Il minidress arriva dalla collezione attuale di Kiabi, che come sempre gioca tanto sulle texture, le trame, i toni… che magia!
Sembra di indossare la foresta tropicale. Un modo come un altro per evadere dalla propria routine.
L’acconciatura, invece? E’ pratica e molto facile da fare: se ci sono riuscita io ci riuscirete senza dubbio anche voi! Passaggio dopo passaggio, vi renderete conto che è davvero magica! Come fate a scoprirlo? Guardando questo videotutorial realizzando in collaborazione con la make up artist & hairstylist Noemi Bernardo!
Un’amica che non smette mai di sorprendermi!

DSC_0614
DSC_0618
DSC_0596
DSC_0599
DSC_0630

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografia a cura di Noemi Bernardo

Thanks-iloveimg-cropped

Negozi Pellizzari: un pomeriggio di shopping con me!

Avete presente quei giorni in cui l’unica cosa che vorreste fare è darvi allo shopping folle e non pensare ad altro se non a giocare con stili, colori, forme e tagli di abito?
A me, ovviamente, capita molto spesso. Molto.
Certo a volte girare per ore per le vie di Milano oppure in un centro commerciale può essere stancante, soprattutto se la concentrazione è massima perché si cercando i capi che compongono un outfit specifico…

Negozi Pellizzari: tutto lo stile e la moda delle grandi firme, in un solo store

Potrete dunque capire, poste queste premesse, quanto io sia stata felice di passare il pomeriggio tra gli scaffali di Negozi Pellizzari, lo store che vanta le firme più cool tra le sue proposte, una catena che potete trovare in numerosi centri commerciali in tutta Italia (tutti questi).
Io mi sono rifugiata in quello de Il Centro di Arese, ad esempio.
Le scarpe di Marella, gli abiti di Patrizia Pepe, i jeans di Armani, gli accessori di Guess e tanto altro ancora… ci vuole mezza giornata per scoprirli tutti!
Ora che gli appendi abiti esplodono di tinte primaverili ed estive, poi, non si vorrebbe mai uscire di lì.
Io ho creato 3 look differenti, con occasioni d’uso diverse.
Vediamo quale vi piace di più!

Cocktail time: sicure che ad un matrimonio non si possa indossare un chiodo?

Tutto sta nell’abbinamento, naturalmente!
Come sapete, il chiodo è un capospalla a cui sono profondamente affezionata, ne ho di tanti tagli e colori, credo che nella sua semplicità abbia un forte potere di stile.
Così l’ho utilizzato per dare un tocco più aggressive e giovane ad un lungo abito più classico, una meraviglia di un intenso tono smeraldo, che scivola lungo i fianchi.
Un sandalo con tacco largo e fiori applicati, sempre rigorosamente in pelle nera, ed una clutch glitterata da portare in mano.
Un outfit moderno e chic per partecipare al cocktail di un matrimonio!
Del resto, il periodo è proprio quello…

pellizzari maggio look 1 - 01
pellizzari maggio look 1 - 02
pellizzari maggio look 1 - 03

Un insieme davvero eccezionale!
Certo, i dettagli e gli accessori sono sempre fondamentali e fanno la differenza, e questo trovo che sia un ulteriore punto a favore per Negozi Pellizzari: la scelta di scarpe e borse è vastissima ed avendo in store vari brand, è possibile giocare con gli stili rappresentati dai pezzi più iconici delle varie case di moda.

A day in the office

Sai quando entri, non sai mai quando esci.
Spesso in ufficio succede così, soprattutto quando la tua è una di quelle professioni creative, come la mia, in cui ci si perde tra i meandri della fantasia e si perde di vista l’orologio. Ecco perché ci vuole un look che, con l’aggiunta di un semplice giacchino, possa essere perfetto dalla mattina alla sera, quando si rientra finalmente a casa!
E se invece all’improvviso ci si ritrova ad un aperitivo in centro, non è certo un problema:
grande protagonista di questo outfit è il giallo, must della stagione.

pellizzari maggio look 2 - 01
pellizzari maggio look 2 - 02
pellizzari maggio look 2 - 03

I sandali mi piacciono tantissimo, ci credereste che per la scelta è stato Daniele ad aiutarmi?
Lui ha un occhio pazzesco per le scarpe, ci prende sempre.
E il loro profilo richiama il colore di borsa e giacca. Bravo Daniele!

Due passi (quasi) in riva al mare

Caldo, sole, lentiggini, naso scottato: finalmente ci siamo!
Mi piace la mia pelle bianca, ma questo non significa che non mi piaccia andare in giro in estate in tee ed infradito. Anzi! Mi diverte!
A volte basta un piccolo cambiamento nel look per sentirsi quasi in riva al mare, pur restando nel cuore della città.
Le flip flop, secondo me, sono proprio una di queste modifiche. Una scarpa chiusa fa cemento, una ciabatta coloratissima fa spiaggia!

pellizzari maggio look 3 - 01
pellizzari maggio look 3 - 02
pellizzari maggio look 3 - 03

Il denim, poi, è un materiale passepartout, sempre di moda, mai banale, trasversale, accogliente: con lui come base ci puoi accostare tutti i colori e stili che vuoi!

E’ stata una giornata straordinaria quella passata da Negozi Pellizzari, non vedo l’ora di tornare a fargli visita. Del resto noi donne siamo così, siamo felici quando abbiamo qualcosa di nuovo da scoprire, no?
Che sia una persona, una città… o uno store!

Testo a cura di Micol Uberti
Fotografie a cura di Daniele Villa

Waiting for #MfW2017…

Eh sì, per chi vive velocemente come me il tempo dura un battito d’ali di farfalla
ed è facilissimo ritrovarsi a guardare orologi e calendari con espressione stupita pensando: “Di già?”!
Stavolta io lo faccio realizzando che siamo a metà febbraio e che tra soli 12 giorni inizia la Settimana della Moda a Milano.
Per la prima volta, però, non sono agitata, perché è tutto pronto.
Piuttosto sono impaziente, vorrei che iniziasse tra una manciata di minuti, perché gli abiti che indosserò saranno davvero stupendi ed ho una gran voglia di sfoggiarli, sfidando anche il freddo se servisse.
Forse, essendo piena di raffreddore, è un bene però che sfilate ed eventi partiranno il 22 febbraio, così posso guarire alla perfezione e non compromettermi queste giornate che aspetto da tanto.
Una cosa è certa: non ho saputo resistere alla tentazione di provare già i look completi, compreso trucco e parrucco, e le sessioni di fitting si sono inevitabilmente trasformate in una ghiotta occasione per scattare delle foto di preview da mostrarvi.
Da oggi, perciò, vi ritroverete a scoprire gli outfit, i brand e gli accessori che mi accompagneranno durante la prossima Fashion Week!
Naturalmente sono partita dal mio preferito, il più bello tra gli abiti di Creazioni Antonella che ho selezionato, romantico, fiabesco e con qualche accenno gotico e pieno di dettagli in cui far perdere gli occhi.

creazioniantonella-borgogna-figuraintera1
creazioniantonella-borgogna-dettaglio5
creazioniantonella-borgogna-dettaglio2
creazioniantonella-borgogna-mezzobusto1
creazioniantonella-borgogna-dettaglio3
creazioniantonella-borgogna-dettaglio1
creazioniantonella-borgogna-dettaglio6

Fotografia a cura di Noemi Bernardo

lineasemplice

AirDP: occhio al design!

Credo che a breve il mio pc esploderà.
Sono un continuo ridurre pagine a icona, aprire programmi per sistemare le fotografie, mandare e ricevere email, creare file di testo per le bozze degli articoli e preparare il calendario per la Fashion Week di fine febbraio.
Eh già, perché si sta avvicinando anche quel momento e anche se per chi non lavora in questo settore sembra cosa da poco e sembra che io stia partendo in largo anticipo a pianificare tutto… la verità è che, al contrario, sono in ritardo e comincio a fondere dopo un po’ che immagino look e organizzo collaborazioni.

Oggi è una di quelle giornate in cui metto piede fuori dall’ufficio (meno male che ce l’ho in casa!) solamente per portare Heidi a fare i suoi giretti giù al parco.
Ma non mi dispiace, è un periodo di grande fermento, ci sono tanti progetti da portare avanti e la mia scrivania mi sembra vivace, più che incasinata.

Sicuramente il sapere che non mi verrà mal di testa questa sera, dopo ore passate davanti allo schermo, aiuta parecchio a prendere con più gioia il lavoro!
Se ci penso a come mi riducevo gli occhi fino a pochi giorni fa…
E’ che poi io sono pigra e riguardo a certe cose tendo a procrastinare all’infinito… tant’è che saranno 4 anni che il mio oculista continua imperterrito a consigliarmi caldamente di utilizzare lacrime artificiali ed occhiali riposa vista per salvare capra e cavoli.

Secondo voi li ho mai presi? NO!
Per fortuna ci ha pensato il destino a metterli sulla mia strada.

Sabato scorso sono andata al WHITE, appuntamento immancabile per una fashion blogger visto che è la fiera della moda più importante qui nella mia città, e girando tra i vari stand ho trovato anche quello che esponeva la linea di capi e accessori di Alessandro del Piero.
Sarà che è il Capitano, sarà che lui di stile ne sa un sacco, sarà che il team presente in fiera ha saputo azzeccare in un secondo la montatura più adatta a me… ma io mi ci sono innamorata in due minuti, di quegli occhiali!
Sappiamo benissimo quanto io apprezzi gli slanci di eccentricità nei dettagli.
Prendete una montatura trasparente maculata, leggerissima, un paio di stanghette rosso fuoco e delle lenti polarizzate e fotocromatiche.
Aggiungeteci una dose massiccia di linee perfette e il gusto di un design eccellente…
et voilà. Avrete il mio modello di AirDP!

dsc_0847
dsc_0848
dsc_0844
dsc_0853
dsc_0846

Fotografia a cura di Micol Uberti, Franca Bergamaschi

lineasemplice

Agatha Ruiz de la Prada : colorful glasses!

Hola queridos!
Oggi mi sento spagnola nell’animo, sicuramente per via dell’aria di festa che c’è in casa e per l’allegria che questo shooting ha portato con sé.

Se sembra impossibile pensarlo, invece non lo è affatto nella realtà: un oggetto può emanare un’aura che cambia l’umore di chi lo vede!
In questo caso, si parla degli occhiali da vista della nuova collezione di Agatha Ruiz de la Prada.
Lei è un personaggio fantastico e travolgente e la montatura super colorata che ho scelto è una piccola reincarnazione del suo spirito.
Quando è arrivato a casa il pacco, è stata subito gioia: la confezione rosa shocking con il suo elastichino giallo canarino lasciava già presagire che gli occhiali sarebbero stati bellissimi… e così è stato, infatti!
E’ stata subito voglia di creare, di inventare un trucco o una pettinatura da abbinare, voglia di pensare ad un’ambientazione e un look che potessero esaltare il prodotto…
e alla fine la scelta è ricaduta sulla massima semplicità, perché Agatha doveva essere la protagonista indiscussa (solo un accenno di colore sulle labbra hanno ripreso il mood della sua montatura).
E allora eccoci qua!
Vi presento i miei scatti… e vi invito a vederci anche su Instagram (@micoluberti_official) per scoprirne altri inediti!

dsc_0688-01-01dsc_0676-01
dsc_0684-01
dsc_0678-01
dsc_0681-01
dsc_0679-01
dsc_0674-01

Make up by Kiko Milano | Lipstick by Maybelline (n° 882 – Matte collection)
Top by Primark | Necklace by Fratelli Dreosto

Fotografia a cura di Franca Bergamaschi