Valverde NABA limited edition: MILAN.

Non è facile poter dire più di quanto ho già detto nella foto della bottiglia di acqua Valverde NABA limited edition di oggi, per la verità. Perché è proprio così: Milan, l’è un gran Milan. Potete dire che è frenetica, grigia e trovarle tutti i difetti che volete, ma io continuo ad adorarla per le infinite opportunità che offre, per tutte le contraddizioni a cui lascia spazio e per i volti sempre nuovi che riesce a tirar fuori ogni giorno, colorandosi di luci diverse. Insomma, è proprio alla mia città che Francesco Munari ha dedicato la sua creazione.
Grazie!

firma2

DSC_0003

Ph. Micol Uberti
newsep

Valverde NABA limited edition: CALDER.

È tempo di arte, in tutte le sue forme, i suoi colori… e non solo.
Alexander Calder, scultore statunitense a cui Elisa Picchi e Tiziana Pesenti hanno dedicato la loro bottiglia di acqua Valverde, aveva un modo di intendere la sua dimensione in una maniera ben precisa, che si riassume perfettamente nella sua citazione che ho riportato nella fotografia e che recita: “Così come si possono comporre colori o forme, così si può comporre il movimento.”. Se non conoscete già le sue opere, vi consiglio di cercarle, perché sono davvero eccezionali. Esattamente come lo è questa bottiglia.

firma2

DSC_0965

Ph. Micol Uberti
newsep

Valverde NABA limited edition: WATEVER.

Eccoci qui con il secondo appuntamento della piccola rubrica che questa settimana dedicherò all’acqua Valverde che, come vi spiegavo nel post di ieri, ha dato ai ragazzi del NABA la possibilità di designare alcune bottiglie esclusive in previsione dell’arrivo della Settimana del Design a Milano.
Oggi vi lascio in un mondo di… W. Quante parole possono venirvi in mente con questa lettera?
Cecilia Benassi ha pensato a queste. Semplicemente geniale.

firma2

DSC_0966

Ph. Micol Uberti
newsep

Valverde NABA limited edition: SPRING.

Manca una settimana esatta all’inizio della Design Week: sarà la prima a cui parteciperò e già non vedo l’ora che sia lunedì prossimo. Per fare un conto alla rovescia insieme a voi, ho deciso di presentarvi ogni giorno, a partire da oggi, una bottiglia diversa di acqua Valverde, che quest’anno ha affidato agli studenti della NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) il compito di disegnare dei packaging esclusivi dedicati all’arrivo del FuoriSalone che dall’11 aprile riempirà le strade di Milano. Voglio cominciare con la mia preferita: la bottiglia dedicata alla primavera. Mi sembra bellissima l’idea di Xie Shiyun di trasformarla in un mazzo di tulipani… e voi che ne dite? Ci vediamo qui domani, sempre alle 18, con il secondo appuntamento.

firma2

DSC_0962

Ph. Micol Uberti
newsep

FullArt, foulard… FOOD-ART!

Quando si dice che l’arte è cibo per gli occhi… Solo Ludmilla Radchenko poteva pensare di confezionare i suoi foulard in cashmere e seta in sacchetti di carta personalizzati, con tanto di indicazioni nutrizionali sul retro! Conoscete già la sua linea Siberian Soup FullArt? Vi consiglio di guardarla molto attentamente a questo link, perché presto ne sentirete parlare sul blog.

firma2

DSC_0961
DSC_0972

Ph. Micol Uberti
newsep

Fotografie soggette a copyright

farf1

Brindiamo all’amore!

Una tavola di Natale semplice, giovane e alternativa. Dove sono le emozioni a regnare sovrane.

Il Natale fa così profondamente parte della tradizione che spesso non ci accorgiamo che ogni anno potrebbe essere diverso da quello precedente e potrebbe essere interpretato in mille modi nuovi. Io sto a metà tra l’innovazione e il rispetto per le nostre radici e cerco sempre di conciliare i due emisferi, così per questo 25 dicembre 2015 ho pensato ad un festeggiamento raccolto con poche persone veramente vicine a me. Un Natale giovane, allegro, ma che porta in tavola le eccellenze della nostra terra, del nostro Paese, perché il cibo deve sempre essere di ottima qualità. Un brindisi di augurio durante l’antipasto con il delizioso millesimato di Arcipelago Muratori (quanto è bella la confezione natalizia!), da accompagnare a qualche fetta di salame artigianale della norcineria franciacortina Polastri Macèlér, un’attività di famiglia dalla lunga esperienza in questo campo, che si tramuta in sapori intensi e unici. E per concludere non riesco a pensare a niente di meglio se non una fetta di panettone Pretto accompagnato da un bicchierino di amaro Braulio. So che Pretto è un nome che vi dice qualcosa, infatti è una famosa catena italiana di gelaterie artigianali. Ma non si sono fermati solo a coni e coppette! La loro bakery propone infatti dei dolci spettacolari, come quello che vi propongo oggi. Il Braulio invece è stato amore dalla prima volta che l’ho assaggiato, cosa potrei dirvi di più se non che è eccezionale grazie alle erbe con cui è fatto e che è perfetto per questa stagione soprattutto dopo un pranzo abbondante e ricco come quello del 25 dicembre? A completare il tutto ci sono gli adorabili tag per il panettone ed i segnaposto che ha creato per me Fabrizia di @fabulouspartydesign, una ragazza piena di idee geniali che ha reso speciale la mia tavola di Natale! Avete già visto una piccola preview dei cartoni sul mio profilo Instagram (@micoluberti_official) qualche giorno fa. Contattate Fabrizia per avere i vostri decori personalizzati! Saprà consigliarvi al meglio. Ora vado a preparare una ricettina di antipasti che vorrei proporvi la prossima settimana… vi lascio alle foto sperando che vi offrano degli spunti utili!

firma2

micoluberti_tavolanatale17
micoluberti_tavolanatale1
micoluberti_tavolanatale2
micoluberti_tavolanatale10
micoluberti_tavolanatale7
micoluberti_tavolanatale8
micoluberti_tavolanatale11
micoluberti_tavolanatale5
micoluberti_tavolanatale12
micoluberti_tavolanatale9
micoluberti_tavolanatale3
micoluberti_tavolanatale13
micoluberti_tavolanatale14
micoluberti_tavolanatale15
micoluberti_tavolanatale16
micoluberti_tavolanatale19
micoluberti_tavolanatale18micoluberti_tavolanatale20
micoluberti_tavolanatale4
micoluberti_tavolanatale6

Ph. Micol Uberti
newsep

Special Thanks to http://www.linearredointerni.it

farf1

Life in a DreamHouse

IL PROPRIO HABITAT NATURALE: Ho sempre pensato che osservando una casa si possa capire moltissimo delle persone che la abitano, ed ora che sto arredando l’appartamento in cui a breve mi trasferirò ne sono ancora più convinta. Come si può parlare attraverso il luogo in cui viviamo? Ecco alcuni suggerimenti per voi, in collaborazione con Dalani, un sito che vi farà perdere la testa.
Continua a leggere “Life in a DreamHouse”