Fertuna Collins, il sapore del mio weekend

Ma ci avete fatto caso che la parola “Venerdì” inizia proprio con una lettera che somiglia tanto a una coppa da drink?
Questo mi fa pensare subito alle serate che rallentano il ritmo, al cocktail che non assume più il ruolo di compagno di appuntamenti di lavoro ma diventa un mezzo per rilassarsi, per distendere i muscoli e tirare un sospiro di sollievo.
Perché la settimana è finita ed è tempo di brindare ai successi ottenuti.

L’importante è l’equilibrio

In tutto, ma soprattutto nella preparazione dei drink. Basta sbilanciarsi con proporzioni azzardate e cambia completamente il sapore, non si gode appieno del modo in cui aromi si abbracciano! Per ottenere un Fertuna Collins morbido, che accompagna il palato nell’esperienza della bevuta e non disturba con faticosi picchi di amarezza o acidità, è necessario rispettare le dosi:

DSC_2327

Il weekend in un bicchiere

Gioioso, caldo, avvolgente: bisogna proprio dirlo, questo cocktail riassume tutte le caratteristiche del weekend.
E’ ristoratore, ma non lascia il tempo di annoiarsi!
Il protagonista rimane comunque il vermouth, che con il suo meraviglioso tono rosso rubino e le profumatissime note di erbe aromatiche si rende seducente e ammaliante tanto agli amanti dei sapori più decisi quanto a coloro che cercano dolcezza.
Un vero dispetto a sé stessi, non provarlo!

DSC_2324DSC_2319DSC_2329

Testo e fotografia a cura di
Micol Uberti

 

Aspettando il 2017… in cucina, con Berlucchi

L’allegria del colore vivace di una zucca dalla polpa profumatissima, la voglia di creare una ricetta diversa dal solito e soprattutto di sperimentare nuovi sapori da accostare con il re della mia tavola di domani, 1 gennaio 2017: una bottiglia di Berlucchi Cuvée Imperiale.

La zucca diventa una morbida crema che abbraccia i cavatappi (mi sembra giusto utilizzare questo formato di pasta, in questo periodo dell’anno!), accoglie i fagioli cannellini e gli straccetti di petto di pollo agli aromi. Il sapore è delicato ma sofisticato, al palato si apre un ventaglio di sentori che passano dal dolce erbaceo della vellutata e poi lasciano spazio alla sapidità della carne, fatta saltare in padella con anelli di cipolla dorata appena tagliati, che sprigionano così tutto il loro succo nell’olio bollente.
E’ una festa: una festa per gli occhi e per la bocca.

Il vino franciacortino sveglia le papille gustative con il suo perlage persistente e apre il palato preparandolo alla percezione del sapore del piatto.
Ovattato, fresco e inconfondibile, il Berlucchi Cuvée Imperiale è la proposta più azzeccata per chi cerca un brut leggero che sia il protagonista del pranzo, dal momento del brindisi agli antipasti per arrivare fino al momento del dolce, in un pasto da condividere con chi si ama.

Questo sarà ciò che mangeremo noi domani come prima portata, alla quale seguirà senza dubbio il più tradizionale cotechino con le lenticchie. Quello che ho scelto io è di Salumi Pasini, buonissimo e genuino! Voi cosa mangerete?

Vi auguro con tutto il cuore che sia un anno pieno di sorprese magiche e di amore incondizionato.
Buon 2017!

dsc_0095-01-01
dsc_0094-01
dsc_0103-01
dsc_0101-01
dsc_0098-01-01
dsc_0097-01
dsc_0099-01
dsc_0102-01

Fotografia a cura di Micol Uberti

lineasemplice

Bellussi Cuvée Prestige

Il tempo.
Il tempo che passiamo con le persone che amiamo ed il tempo che dedichiamo a noi stessi è il bene più prezioso ed è ciò che, a parer mio, manda avanti l’universo e conferisce un senso a tutto il resto… Togliete quei momenti e ditemi cosa rimane della vita!

Ogni volta che vado a Sarnico amo passare una mezzoretta da sola su un molo (che in cuor mio appartiene solo a me, anche se purtroppo non è così di fatto) e osservo.
Osservo tutto: l’acqua, i gabbiani, le increspature sulla superficie del lago, i riflessi del sole sulle onde… e torno a far parte di un equilibrio cosmico che ci si perde troppo spesso in fondo alla frenesia degli impegni quotidiani.

Questa volta ho voluto fare un esperimento e portare con me una compagnia speciale, una bottiglia di spumante Bellussi, un cuvée prestige della Valdobbiadene. Non è un dispetto alle bollicine locali, naturalmente, ma una piccola evasione che mi ha fatto scoprire un sapore intenso e morbido che ha solleticato il mio palato. A differenza dei franciacorta, che si esaltano particolarmente se affiancati al mondo sapido, il Bellussi si presenta più dolce e perfetto per accompagnare delle succosissime ciliegie di stagione.

Un gusto elegante e ammiccante che parla di estate e spalanca i sensi.

DSC_0496-01
DSC_0529-01
DSC_0543-01
DSC_0461-01
DSC_0557-01
DSC_0531-01
DSC_0569-01
DSC_0472-01 (1)

Fotografie a cura di Bruno Uberti

lineasemplice

Il biondo che ti cambia la domenica!

Ecco, lo sapevo. Stavo per entrare in doccia e invece suona il campanello: sono sempre loro, quelli che piombano a casa tua con patatine e pizzette senza avvisarti prima…

Beh? E che problema c’è?! Da me è sempre l’ora giusta per un aperitivo!

Non c’è gioia più grande se non quella che si prova nel condividere le cose semplici della vita con qualcuno di speciale, come ad esempio gli amici di sempre. L’ospitalità è un’arte, ma non per questo ha bisogno di grandi studi e preparazione: basta la voglia di farsi due risate e un pre-cena può diventare indimenticabile anche solamente grazie a una scodellina di pop corn. Certo, diciamo che se lo avessi saputo prima avrei preso qualcosa da bere… per fortuna che c’è  Deliveroo, che ti porta a casa ciò che vuoi nel giro di pochi minuti dopo aver fatto l’ordine online! Anzi, sapete che vi dico? Unitevi anche voi! Vi invito a fare un brindisi insieme a me, oggi: stappiamo insieme un Crodino e l’allegria è assicurata.

1
2
3

Fresco, frizzante, biondo, da servire con ghiaccio e gustare mentre si scambiano due chiacchiere: fa subito venire voglia d’estate! È questo il segreto per ricaricare davvero le batterie dopo una settimana di lavoro, o per pensare con leggerezza e brio a quella che verrà!

4
5
6

Vi assicuro che anche i vostri amici più timidi non sapranno resistere all’apribottiglia fuori di testa che si trova nella confezione… appena lo appoggiate al tappo parte il mitico jingle della pubblicità!

7
8

IL BIONDOOO! CONQUISTA TUTTI COL SUO SGUARDOOO!

9

Insomma, ora mi aspetto che arrivi anche Owen Wilson a bussare alla porta di casa mia.
E se non porta nulla con sé? Ok, preparo già la pagina Google di Deliveroo aperta sullo smartphone… 😀

firma2


Fotografie a cura di Bruno Uberti, Micol Uberti

Grazie a…
LINEARREDO – location
2STAR – sneakers
JADEA HOME – pantaloni
MAYBELLINE – makeup

sepfinale

A pranzo con Giovanni

Galante, all’antica, rassicurante, per nulla banale e con tanti segreti da raccontare: vi presento Giovanni, con cui oggi pranzerò. Sulla nostra tavola ho deciso di proporre una ricetta semplice, composta da spaghetti quadrati, salmone norvegese affumicato al legno di abete e decorato con semi di chia, limone siciliano fresco e pepe nero. Come mai un piatto così basico per un pranzo a due? Perché quello che non sapete di Giovanni è che… è una birra! Leggera e fresca, dalla schiuma compatta e persistente, questa bionda del birrificio artigianale Millecento di Fabriano, nelle Marche, è stata una piacevolissima scoperta che ha sorpreso il mio palato con le sue note delicate del malto che si sposano perfettamente al gusto deciso e legnoso del salmone. Sicuramente molto adatta alla stagione, penso sia versatile anche grazie alla sua facilità di bevuta, che si chiude con un retrogusto più secco, rendendola un’ottima compagnia nelle situazioni più disparate: un pranzo, una cena o un aperitivo all’aperto. Niente scetticismo, è da provare: del resto… SE NON BEVI, NON CREDI!
Please, come into my kitchen and share the meal with me and Giovanni. Let’s move on to the introductions: I’m speaking about an incredibly soft, shaped and tasty beer from Millecento handcraft brewery in Fabriano. This is Giovanni. Discover it in a spring evening of these, when its freshness will surprise your mouth with a pleasant dry aftertaste: you will find a perfect fellow for a lunch, a dinner or an outdoor aperitif.

firma2

DSC_1148
DSC_1150
DSC_1156
DSC_1159
DSC_1163
DSC_1164
DSC_1165
DSC_1167
DSC_1171.JPG
DSC_1175IMG_0125

Ph. Micol Uberti

 CREDITS
Semi di chia: Salbachia
Spaghetti quadrati: La Molisana

Ma il ringraziamento più grande va a te, nonno, che mi hai lasciato questo splendido orologio in eredità. Mi manchi.

sepfinale

San Valentino in calice

Nel settore enogastronomico spesso ci si sofferma a parlare delle note olfattive di un prodotto, del suo sapore e della gradevolezza al palato, tralasciando così che un fattore fondamentale nell’ambito culinario è proprio quello legato alle emozioni. Mi piace riflettere su questo punto proprio ora che San Valentino è alle porte e risulta sempre molto gradito trascorrerlo proprio attorno a una tavola… Come ci fa sentire assaggiare una determinata pietanza? Cosa proviamo se sorseggiamo un vino particolare in una circostanza speciale? È proprio partendo da questo presupposto che ho pensato di parlare del sentimento che può nascere da una cena (o pranzo) di coppia in cui tutto ciò che proviene dalla cucina diventa veicolo di messaggi d’amore e passione che vengono sublimati proprio dai sapori che ritroviamo nei calici e nelle portate. È così che il Franciacorta Rosè Extra Brut Brolese di Villa Crespia, un morbido ma intenso equilibrio tra Pinot nero e Chardonnay di Arcipelago Muratori, ricrea la famosa sensazione delle “farfalle nello stomaco” a cui si affida la magia dell’innamoramento, soprattutto se abbinato ad un insolito antipasto a base di polenta con top di ananas freschissimo, mazzancolle grigliate, crema di aceto balsamico e foglie di menta biologica. Ancora, il Brolese seduce e rende l’atmosfera più misteriosa con un piatto di lussuosi fusilloni superiori La Molisana cotti al dente e serviti con tartare di tonno al pepe nero rigorosamente battuta al coltello, capperi sotto sale e pomodorini d.o.p. Pachino saltati in padella con un filo di olio extra vergine d’oliva. Siete ancora convinti che ci si possa innamorare solo con il cuore?

firma2

001
002
003
004
005
006
007
008
009
010
011
012.JPG
013
014.JPG
015
016
017.JPG
018.JPG
019.JPG
020
021.JPG

Ph. Micol Uberti
newsep

SPECIAL THANKS to www.fabulouspartydesign.com

Fotografie soggette a copyright
Per maggiori informazioni scrivere a info.kindofglamour@gmail.com

farf1

Birra preziosa dalla Franciacorta

Franciacorta è l’oro in un bicchiere. Anzi, in un boccale!

Fresche, artigianali, piene di gusto: le birre del Birrificio Curtense sono prodotte da un gruppo di ragazzi in mezzo ai vigneti della Franciacorta e sono frutto di processi accuratissimi con cui vengono lavorate tutte le materie prime, di alta qualità e assolutamente genuine. Perfette per brindare a questo, che è il mio 200° post pubblicato!

Continua a leggere “Birra preziosa dalla Franciacorta”

Lusso da bere

“Il vino è un composto di umore e luce.”, diceva Galileo Galilei. Io sono pienamente d’accordo, soprattutto quando questo è uno spumante chiaro e frizzante. Sono una grande amante del genere, ma quello che vi presento oggi è veramente un pezzo di paradiso in bottiglia! Continua a leggere “Lusso da bere”

A Summer cheer

Ferragosto è dietro l’angolo e quest’anno ho deciso che sarà più particolare del solito: sarà all’insegna della genuinità. Niente grigliata, stavolta i miei amici ed io faremo una cena che partirà con un aperitivo costituito dagli stuzzichini homemade che vi propongo oggi… e da una birra artigianale d’eccezione, che brillerà sulla nostra tavola: benvenuto BirRHOzzo!
Assumption is a special day here in Italy and this year, I decided it would have been a particular one: we’re gonna party dedicated to authenticity. We’re not gonna grill, this time my friends and I are gonna have a dinner that will start with these homemade appetizers I’m gonna show you right below… and with a far out handcrafted beer, that will shine on our table: welcome BirRHOzzo!
Continua a leggere “A Summer cheer”